Inter Club Penisola Sorrentina

Sono le
di
Vai ai contenuti

Menu principale:

I FAVOLOSI ANNI 60…

Pubblicato da Emilio Vittozzi in Eventi · 9/1/2018 11:46:31
Tags: emiliovittozziinterclub

I FAVOLOSI ANNI 60…


Un incontro informale, amichevole con Adriana de Leva (dinamica Coordinatrice Regionale) e Mariano Visone (sagace Presidente dell’Inter Club Ottaviano “Massimo Moratti”), di oltre 90 minuti (il tempo di una partita di calcio…), inter-vallato da un caffè-nero-bollente (che sarebbe piaciuto a Fiorella Mannoia…), mi ha indotto a queste (assai) modeste riflessioni nell’avvicinarsi del mio 60° Compleanno.
Ci siamo resi conto, per l’età anagrafica di tutti e tre e per l’esperienza accumulata sul campo dell’Associazionismo Sportivo Democratico, che c’è  molta differenza fra gli Inter Club degli Anni 70/80/90 e quelli di oggi: molto spesso prevale una visione “locale” , assolutamente non “regionale”, per niente coinvolgente all’esterno!
Allora cosa significa affiliarsi al Coordinamento Inter Club della Campania? Che vuol dire?
Sono state scritte pagine e pagine di iniziative sportive, sociali, culturali, spirituali, ricreative, gastronomiche degne di menzione, di lode: raduni juniores, mostre di collezionismo nerazzurro, serate pro (e mai contro!) coloro che sono ai margini della società, ”adozioni a distanza”, donazioni di sangue, raccolte di soldi ed indumenti, ecc. ecc….
Nel corso dell’incontro, in una sorta di flash-back, mi sono venuti in mente, così, alla rinfusa, senza nessuna logica, Lello Capuano, Maurizio Celentano, Giovanni Lombardi, Michele Saviano, Tommaso Avino, Mario Esposito, Giovanni Gargiulo, Salvatore Cristiano, Nunzio Paone, Angelo Paone, Gianfranco Florio, Pasquale Morra, Salvatore de Simone, Ciro Caiazzo, Sisto di Caprio, Francesco Luciano, Enzo Vecchiarini, Luigi Giachetta, Massimo Passaro, Maurizio Bocchino, Enzo di Sunno, Alessandro Campaiola, Enzo Ascione, Alessandro Civale…
Mi sono venute in mente tante risate, tanti situazioni, tanti avvenimenti, con un unico filo conduttore: l’Amicizia, a tinte nerazzurre, che sfocia nella Socialità ed, infine, nella Solidarietà.
Mi son venuti in mente i Raduni Juniores svoltisi a Cava dei Tirreni, Ottaviano, Capua, Atripalda, Montesarchio, Bellizzi, Casoria, Piedimonte Matese, Montella…
Mi son venuti in mente tanti luoghi che ho conosciuto tramite l’Inter Club come Calvi Risorta, Massa della Lucania, Sala Consilina, Solofra, Apice, Cerreto Sannita, Pannarano, Manocalzati…
Per me l'Inter è la mia infanzia, il mio presente e il mio futuro: certo, una volta c'era Sandro Mazzola, il mio mito, ed ora c'è Milan Skriniar, passando per Bedin, Bertini, Oriali, Marini, Cambiasso (la Classe Operaia va in Paradiso!) e compagnia bella...
Non ho tatuaggi disegnati sul corpo; anzi no: ne ho uno inciso nell’anima, nel posto più profondo della mia anima ed è un cuore nerazzurro… Un cuore dipinto con i colori del cielo e della notte; i colori dell’eterna squadra mia…

EMILIO VITTOZZI









Nessun commento
 
Torna ai contenuti | Torna al menu